il Caffè di Meliadò

19 luglio 2014

“Lettera aperta” agli omofobi nel giorno del “Calabria Pride”. Per non dimenticare quel vergognoso pestaggio

CARI OMOFOBI, C’E’ UNA COSA CHE01-00010248000001 VORREI DIRVI.

Lo “spettacolo” che vedete in foto non ha niente a che fare con la comunità #Lgbt e col #CalabriaPride di oggi a Reggio. Si tratta, più modestamente, della manifestazione messa in piedi (peraltro, a fini commercial-celebrativi) dal regista Tinto #Brass con alcune delle sue starlette in concomitanza di una delle ultime edizioni del #FestivaldelCinemadiVenezia. Non voglio intrattenermi qui sul concetto di #volgarità: resta il fatto che non intervenne proprio nessuno per impedire questa singolare iniziativa e la stessa popolazione lagunare non si scandalizzò affatto. 

Ora: io conosco personalmente parecchie delle persone (non omosessuali, non lesbiche, …no: persone) che prenderanno parte al #Pride reggino di oggi.E sono

(more…)

Annunci

28 aprile 2010

Reggio Calabria risponde così agli avvilenti applausi a Giovanni Tegano (2)

Altre foto dall’iniziativa di questa mattina……..

Reggio Calabria risponde così agli avvilenti applausi a Giovanni Tegano

Dopo i pochi, ma pur sempre tristissimi applausi tributati – sostanzialmente da amici e parenti: la sostanza, però, non cambia… – all’ormai ex superboss Giovanni Tegano, questa in un secondo sit-in di solidarietà, dopo il primo di ieri sera, la nuova risposta di Reggio Calabria.

Quella Calabria “libera” che (tra bandiere di partito, slogan, loghi associazionistici) non deflette e proprio non ce la fa a sentirsi accomunata a ‘certa gente’, quella degli applausi di solidarietà al boss. E che per questo ha voluto far vedere chiaramente e con nettezza da che parte sta: da quella della legalità!, manifestando sotto la Questura reggina per solidarizzare in modo plateale con forze dell’ordine e magistrati.

Altroché <Tegano uomo di pace>!, eccola qui – da Sinistra a Destra, politicamente parlando… – la risposta più acconcia: <I veri uomini di pace siete VOI>, cioè appunto gli operatori delle Giustizia, le forze dell’ordine, chi gravita nel pianeta della Legalità e non può, davvero non può sentir neppure accennare a stupidaggini del genere.

Né magari, con un silenzio temporaneo, avallare la tesi in base alla quale la Calabria “perbene” non c’è, o s’è voltata da un’altra parte.

Blog su WordPress.com.