il Caffè di Meliadò

19 aprile 2015

Comitato per la ricostruzione del centrodestra / 2 – Il silenzio di Scopelliti e il paragone di Arena col 25 aprile

Era
n20150418_184109o in tanti, ieri all’inaugurazione della sede – nuova di zecca – del Comitato per la ricostruzione del centrodestra. Una location a dir poco spettacolare, terrazza con vista sul tapis roulant a memoria di una delle più note (e discusse) realizzazioni dell’Amministrazione comunale di centrodestra: uno schieramento che oggi, però, ha enormi problematiche e

20150418_171745

contraddizioni al suo interno, su scala non solo locale.

Ecco che i fedelissimi dell’ex sindaco di Reggio Calabria ed ex Governatore calabrese Peppe Scopelliti tentano di fare quadrato e di proporre, dal cuore dello Stretto, un laboratorio politico per nuove idee e nuovi assetti “europei” del centrodestra italiano.

Con un problemino non da poco: l’assenza vistosa di tanti big che a vario titolo svolsero un ruolo da protagonisti durante l’era Scopelliti (da Gianni Bilardi ad Antonio Caridi, da Luigi Fedele a Candeloro Imbalzano a Tilde Minasi), dentro An o il Pdl o Ncd o formazioni “di complemento”, alcuni perché impossibilitati ma parecchi perché “scopellitiani della diaspora” oggi politicamente collocati altroSkopve; la presenza, comunque, di altri protagonisti ben noti della stessa epoca (da Pasquale Morisani a Peppe Sergi a Oreste Romeo), sebbene accompagnata dall’opzione di mettere in prima linea esponenti altri del Comitato; la scelta dello stesso leader indiscusso di quest’area, Peppe Scopelliti (qui lo vediamo nella graffiante, impagabile vignetta del caro Domenico Loddo che ci rimanda chiaramente alle mille polemiche sulla travagliata, pluriennale, controversa gestione di Palazzo San Giorgio da parte dell’ex leader nazionale del Fronte della Gioventù), di non rilasciare per il momento dichiarazioni pubbliche, preferendo appunto lasciare ad altri l’onere di chiarire dna e intenzioni del Crc (sigla nella quale ci viene spontaneo riassumere l’articolatissima denominazione del Comitato per la ricostruzione del centrodestra).

(more…)

Annunci

17 luglio 2014

Musica e disegno “à la calabraise”. Così Cilea diventa un libro a fumetti per le scuole

Ormai, si sa, le graphic novels sono un segmento rodato e interessantissiselezione immagini libero grassi.pdfmo dell’editoria italiana, anche rispetto a temi d’assoluto impegno come l’antimafia, che ha visto importantissime opere al riguardo, sulla vitlamentofedericoa di Giovanni Falcone come sull’opera e l’uccisione dell’imprenditore-coraggio Libero Grassi (vedi foto qui a destra).

Ma per la prima volta, su input congiunto di Bottega del fumetto e associazione Pentakaris (“Accademia dei saperi creativi” di cui la Bottega è una delle gemmazioni artistiche), viene fuori adesso un’opera di questo stesso tipo dedicata a un grandissimo della musica e della cultura calabrese: il compositore palmese Francesco Cilea. (a sinistra, una delle tavole della graphic novel in uscita, che fa riferimento al Lamento di Federico, celeberrima romanza tratta dall’Arlesiana, messa in scena per la prima volta nel 1897 al Teatro lirico di Milano dall’immenso Enrico Caruso).

Da un’idea di
(more…)

24 ottobre 2013

Così è (Meliadò), se vi pare. E votate il sondaggio…………

Così è (Meliadò), se vi pare

Questa caricatura,

che spero non faccia storcere troppo il naso

ai frequentatori di questo web-log,

segna l’inizio della collaborazione

con “Il Caffè di Meliadò”

del caro, bravissimo Domenico Loddo,

vignettista ufficiale del blog,

che ringraziamo fin d’ora per il suo arguto contributo.

Meglio (more…)

Blog su WordPress.com.