il Caffè di Meliadò

27 marzo 2014

E’ il Titanic di Scopelliti? Il Nuovo Centrodestra intanto ha una carta…

Filed under: in Calabria — mariomeliado @ 23:45
Tags: , , , , , , ,

L’assessore regionale ai Lavori pubblici e “graduato” alfaniano Pino Gentile appare sereno in volto ma moralmente quasi choccato: «Sentenza politica? Ma perché, ci sono dubbi? Mi pare così evidente…». L’ex senatore Renato Meduri si mostra pacatamente attonito: «Sono allibito. Ma superare le richieste, poi… credo sia un caso unico, nel suo genereskop».
Ma dal fido dirigente generale del Dipartimento regionale Presidenza Franco Zoccali (ex city manager a Palazzo San Giorgio che cerca di “silenziare” tutti i presenti, vista la temuta presenza dei giornalisti…) al vicepresidente della Giunta Antonella Stasi, dall’ex assessore comunale ai Lavori pubblici Franco Germanò a uno dei consiglieri regionali più fedeli in assoluto, Fausto Orsomarso, passando per gli assessori Nazzareno Salerno (Lavoro) e Luigi Fedele (Trasporti) al Centro direzionale, nei crocicchi davanti all’aula 13 e sùbito fuori dalla struttura di Sant’Anna ci sono tutti.

(more…)

Annunci

16 gennaio 2013

Reggio Non Tace tra partecipazione, fischi e insulti…

I 1.100 circa che hanno affollato al Centro direzionale di Sant’Anna li ho visti grintosi e bonari, determinati e riflessivi. Ma s20130111_203856oprattutto, l’Assemblea pubblica realizzata grazie alla caparbietà di Reggio non tace (…e al pronunciamento di giudici amministrativi: ma il fatto che si sia reso necessario questo passaggio è solo un doloroso episodio…) mi è parsa un fondamentale passaggio partecipativo, considerato oltretutto che da anni Palazzo San Giorgio era praticamente infrequentabile da parte dei “comuni” cittadini che avessero voluto partecipare alle sedute del Consiglio comunale, incredibilmente senza che si fosse pensato a celebrare, piuttosto!, i Consigli in luoghi differenti (e che potessero ospitare il pubblico) in via temporanea.

C’era anche il coordinatore della Commissione straordinaria, Vincenzo Panico. E sebbene a nessun politico o amministratore (e dunque neppure a un amministratore-funzionario post-scioglimento) vada concessa “carta bianca” senza valutarne concretamente l’operato in relazione a singoli specifici atti e alla sua attività istituzionale complessiva, trovo sia stato molto misurato e adeguato al ruolo.

Ma del prefetto Panico c’è una cosa che l’altra sera m’è piaciuta particolarmente. Prendendo appositamente la parola, ha chiarito alle centinaia di presenti: «Nel corso di un’assemblea, credo vada garantito il diritto di parola a chiunque».

AglianoCos’era accaduto, per spingere Vincenzo Panico a quella sobria ma precisissima frecciata?

Poco prima, aveva preso la parola l’ex assessore comunale Peppe Agliano, certamente uno “scopellitiano di ferro”.  E praticamente già dalle prime parole, Agliano era stato travolto, ma che dico travolto?, subissato dai fischi quasi dell’intero Centro direzionale. Mentre alcuni (pochi, in verità), specie dalle prime file, cercavano di mettere a tacere chi, fischiando, esprimeva profondo dissenso (misto, per la verità, anche a insulti all’ex amministratore reggino e a espliciti inviti ad andar via e a interrompere l’intervento).

(more…)

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.