il Caffè di Meliadò

17 aprile 2015

Hai perso il telefonino o te l’hanno rubato? In aiuto arriva la tecnologia…

Hai perso il telefonino? Se non sei italiano, o comunque non vivi in Italia, puoi brindare!

…Il fatto è che prima o poi, a cybertecniche “antifurto”, ci si doveva arrivare. E come in molti altri casi Android e Google assicurano brillanti servizi su cui per prima è stata logo GoogleApple a mettere il “sigillo”… Per il momento, tuttavia, non per gli utenti italiani.

Proprio mentre (chissà perché…!) la creatura di Larry Page e Sergey Brin finisce nel mirino della Commissione Ue per due inchieste distinte che potrebbero vederla sanzionata per qualcosa come 7 miliardi di euro (!), viene pubblicizzata in molti Paesi del mondo una nuova, utilissima funzione

(more…)

Annunci

1 aprile 2015

Periscope, utenti Android remunerati per ogni videochiamata effettuata

La nuova killer application per lo streaming video, Periscoperilevata di recente per circa 50 milioni di euro dal colosso del microblogging Twitter e particperiscopeolarmente nota nel nostro Paese perché Piazza Pulita, il programma condotto da Corrado Formigli su La7, ha scelto di utilizzare l’app durante le pause pubblicitarie per mostrare il proprio “dietro le quinte” in diretta web, ha un incredibile asso nella manica…

Da alcuni informatissimi blogger di hi-tech d’oltreoceano si apprende infatti che Twitter – che è alle battute finali della preparazione della versione Android per l’applicazione per il video broadcasting nata invece per iOS, e fin qui esclusivamente disponibile solo in chiave Apple – proprio per gli “androidisti” sfegatati ha in serbo

(more…)

20 agosto 2013

Allestimento al Museo nazionale della Magna Grecia, vince Set Up Live – Protecno Impianti. E… i soldi?

È stato aggiMuseo naz 0udicato questa sera l’appalto per l’allestimento museologico e museografico e d’impiantistica speciale – cioè, in sostanza, per garantire la completa fruizione – del Museo archeologico “della Magna Grecia”, il Museo nazionale di stanza a Reggio Calabria a Palazzo Piacentini che da poco ha visto la sua riapertura con l’attesa mostra “Arte torna arte”.

Sveliamo immediatamente il nominativo dell’impresa vincitrice: si tratta dell’Ati (associazione temporanea d’imprese) Set Up Live srl (capogruppo) – Protecno Impianti. Sconfitte dunque le altre quattro pretendenti: l’unica reggina, ossia l’Ati Ffc Costruzioni di qualità – Impianti e costruzioni; il Consorzio stabile ReseArch; l’Ati in via di costituzione tra la blasonata Goppion e la Citis; la costituenda Ati “verticale” tra la mandataria Tecnoedil e le imprese mandanti Sice e Impretech (associazione temporanea d’imprese, quest’ultima, reintegrata in sèguito a integrazione documentale richiesta dalla Stazione appaltante).

Il criterio seguìto era quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi del decreto legislativo 163/2006, ma naturalmente i parametri presi in considerazione dalla Commissione aggiudicatrice (presidente, la soprintendente per i Beni archeologici per la Calabria Simonetta Bonomi; componenti, il viceprefetto aggiunto di Reggio Patrizia Adorno e l’architetto Giovanni Villani, coordinatore presso la Soprintendenza di Salerno e Avellino; segretario verbalizzante, il direttore amministrativo ed economico-finanziario alla Direzione regionale per i Beni culturali Salvatore Patamia).

(more…)

30 agosto 2012

Terremoto, dallo Stretto tornato alla paura nasce un rimedio in grado di salvare tante vite…

Filed under: economix,innovazioni tecnologiche — mariomeliado @ 23:52

“Lui” è Nino De Masi, 52enne imprenditore di Rizziconi (primo da sinistra, nella foto insieme al Capo dello Stato Giorgio Napolitano) ben noto per la produzione di macchine agricole, ma ancor più per la strenua battaglia contro l’usura bancaria che l’ha portato sulle prime pagine di molti giornali nazionali.

Ora che lo Stretto ha tremato, il vulcanico imprenditore scrive alle principali testate nazionali chiedendo attenzione per un potenziale rimedio che nasce nello stesso territorio provinciale in cui il terremoto ha risvegliato la paura e ricordato lutti indelebili per la nostra comunità.

È così, infatti, che viene fuori il così detto “guscio De Masi”…

(more…)

18 maggio 2012

Intervista a Leonardo “Dodo” Boriani, direttore del Vostro.it / 4 – “Un giornale solo per il web. E tradotto in 14 lingue”

 (segue)

…Questo, si diceva, il contesto in cui nasce la nuova testata che dirigi, ilvostro.it, da pochissimi giorni on-line. Un giornale, “Il Vostro” che, si disse, doveva chiamarsi “Libero Pensiero”.

«In realtà, questo giornale ha una gestazione un po’ lunga. Ma da quando sono stato contattato per la direzione, quasi sùbito la testata è diventata “ilVostro”. Il concetto-base era, ed è, fare un giornale che esca dal Palazzo ma non se ne allontani perché tutte le pubblicazioni vi sono legate; come dico io sorridendo, dal “superattico” al peggior consiglio di zona… La nostra idea è di fare un giornale “per la gente”; tanto che la prima idea era di chiamarlo “Voi”».

(more…)

3 ottobre 2010

Conferenza stampa virtuale con Mina Welby sul testamento biologico. I Radicali guardano avanti (anche on-line)

http://www.almcalabria.it/calabriaradicale/2010/09/27/registro-dei-testamenti-biologici-in-calabria/ è l’Url della conferenza stampa virtuale sul testamento biologico, delicatissimo tema “papà” dell’enorme questione bioetica in Italia, che i Radicali – e l’ex candidato alla Presidenza della Regione e oggi segretario dell’associazione Calabria Radicale Marco Marchese in particolare – hanno voluto allestire on-line grazie al preziosissimo apporto della vedova di Piergiorgio Welby, cioè Mina Welby.

La Welby, di recente, ha firmato l’emblematico volume L’ultimo atto d’amore, testo che si riannoda proprio all’esperienza della Welby e del consorte. Non solo sulla morte, ma anche e soprattutto sulla vita e sulle sue ultime dolorose fasi, inclusa un’ardua Scelta che lascia dubbi atroci in chiunque, in onestà intellettuale, si accosti a un simile “tostissimo” argomento.

Chiaro che la conferenza stampa, tuttavia, lascerà il segno soprattutto perché archetipo-spartiacque di un modo “nuovo” specie per la Calabria di gestire rapporti coi media, al di là di rari casi precedenti di videoconferenze & C. ovvero dell’illustre progenitore nel campo delle conferenze stampa virtuali, cioè SecondLife (che a nostro avviso però dopo un flame iniziale nel numero d’utenti e in applicazioni pratiche come quella appena citata s’è rivelato un concreto fallimento, anche perché totem online del tutto sbaragliato dalla multimedialità di community virtuali multilivello come Facebook e altri social network, anche ‘specializzati’).

Vorrei che la Calabria facesse da apripista nazionale, anche in questo” asserisce la Welby, tra l’altro, nel corso della conferenza stampa: la cui valenza puramente sperimentale, ahinoi, è attestata pure dalla circostanza che, a quanto pare, nessun collega ha inteso formularle quesiti in audiovideoweb. Ma è un inizio importante, sotto il profilo della ‘piattaforma’ così come sotto quello dei contenuti; anche perché, non sarà male ricordarlo, è una conferenza stampa intenzionalmente rilasciata esclusivamente sul web, i cui contenuti non possono cioè – in atto – essere reperiti altrove.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.