il Caffè di Meliadò

16 luglio 2012

Intervista al direttore di “Pubblico”, Luca Telese (1) – “Mettiamo al primo posto l’Italia del coraggio”

Bisogna ammetterlo: sul versante giornalistico-editoriale, la sfida lanciata dall’ex vicedirettore del Fatto quotidiano Luca Telese – anche volto televisivo assai noto – poche settimane fa, è qualcosa che fa tremare le vene. In un momento di crisi internazionale e di settore, lanciare un nuovo giornale.

Luca, il tuo nuovo quotidiano si chiamerà Pubblico. Ma intanto “che cos’è”, perché nasce?
«C’è uno spazio che non è rappresentato, nei fatti non esiste più un giornale di Sinistra che non cada però in un estremismo inadeguato ai tempi… Noi con Pubblico vogliamo provare sicuramente a riempire questo spazio: a riempirlo col nostro quotidiano, ma a riempirlo anche di contenuti nuovi, che non vedo in giro».

«…Pubblico è lo spazio dei lettori che si dicono progressisti e di sinistra, e oggi debbono scegliere tra un manifesto che ha una storia nobile ma appare ormai prigioniero del suo passato e l’Unità che di fatto è il giornale della segreteria di Pierluigi Bersani. Ecco che allora bisogna essere “diversamente” di Sinistra, passando innanzitutto a guardare la realtà e al racconto, i fatti, le storie… Togliere tutte le chiacchiere politiciste e mettere al primo posto l’Italia del coraggio».

(1 – continua)

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: