il Caffè di Meliadò

30 dicembre 2009

La volgarità incassa fondi. E talvolta i fondi sprizzano volgarità

<…….Mi domando se esistano altri Paesi in cui non un filmetto qualsiasi, ma la pellicola che si prevede come la più vista dell’anno consista in pratica in una serie ininterrotta di volgarità condite da parolacce: una specie di lunga scritta oscena sulla parete del cesso di una stazione>

(così Enrico Galli Della Loggia sul Corriere della sera, nel recente – 21.12.09 – ma ormai già celebre ‘fondo’ intorno alla polemica sulla concessione dei fondi ministeriali al film Natale a Beverly Hills in seguito al riconoscimento quale pellicola d’interesse <culturale e nazionale>)

Lascia un commento »

Al momento, non c'è nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: